Dante Alighieri- Inferno- Canto V- Minosse, vv. 1-15

Così discesi del cerchio primaio
giù nel secondo, che men loco cinghia
e tanto più dolor, che punge a guaio. 3

Stavvi Minòs orribilmente, e ringhia:
essamina le colpe ne l’intrata;
giudica e manda secondo ch’avvinghia. 6

Dico che quando l’anima mal nata
li vien dinanzi, tutta si confessa;
e quel conoscitor de le peccata 9

vede qual loco d’inferno è da essa;
cignesi con la coda tante volte
quantunque gradi vuol che giù sia messa. 12

Sempre dinanzi a lui ne stanno molte:
vanno a vicenda ciascuna al giudizio,
dicono e odono e poi son giù volte. 15

Parafrasi

Così discesi dal primo cerchio (il Limbo)

giù nel secondo (dove sono puniti i lussuriosi) che racchiude meno spazio (rispetto al precedente)

e una pena più tormentosa, che stimola ai lamenti.

Qui sta Minosse che desta orrore, e ringhia:

esamina le colpe all’entrata;

giudica e stabilisce le pene secondo il numero di avvolgimento della coda.

Voglio dire che quando l’anima dannata

gli viene davanti, si confessa di tutto;

e quel conoscitore dei peccati

vede quale luogo dell’inferno è adatto ad essa;

si cinge con la coda tante volte

quanti cerchi vuole che sia messa giù.

Sempre davanti a lui ne stanno molte (di anime):

vanno a turno ciascuna a giudizio;

dicono (le loro colpe) e odono (la sentenza) e poi sono precipitate giù.

Piccolo commento

Sulle soglie del secondo cerchio dell’Inferno troviamo Minosse, il leggendario re di Creta.

Confessa le anime e decreta la pena, indicando la sede assegnata a ciascun peccatore.

Minosse è rappresentato in funzione di giudice infernale da Virgilio nell’Eneide.

Dante accoglie la tradizione classica per quanto riguarda la funzione e il personaggio, ma lo trasforma in una potenza demoniaca con tratti mostruosi e grotteschi.

All’inizio del canto Dante accenna alla struttura dell’Inferno che è un cono rovesciato, costituito da ripiani o ciglioni circolari che si restringono a mano a mano che si scende.

Inoltre più ci si inabissa più si puniscono peccati più gravi e la pena è maggiormente dolorosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...